I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. 

      

Pin It

foto_94_2.jpgTra mistero e poesia
CASTEL DEL MONTE

Un viaggio alla scoperta di luoghi del passato che ancora influenzano
il presente tra storia e mistero sulle tracce del passaggio del grande imperatore Federico II di Svevia. Il percorso parte da Castel del Monte, possente mole ottagonale che si presenta come una corona di pietra posata su una delle colline più alte delle Murge, il cui fascino e la cui bellezza è tale da essere stato dichiarato patrimonio dell’umanità. Il grande imperatore Federico II, definito Stupor Mundi, è il “padre” di Castel del Monte. La misteriosa pianta ottagonale del maniero, utilizzato forse come osservatorio astronomico o imponente maniero di caccia, si differenzia in modo significativo nella struttura da tutti gli altri castelli della Puglia. Castel del Monte custodisce splendide creature mitologiche quali decorazioni nelle chiavi di volta delle sale interne e ricche cornici in porfido nelle porte.

 

 

 

 

 

 

Sosta e visita presso l’agriturismo

masseria didattica
Sei Carri

Andria (Bat)
Sorge ai piedi del maestoso Castel del Monte, su un’antica masseria del 1850. Una terra che da secoli affascina gli occhi e le menti dei visitatori con i suoi sapori unici e i suoi profumi intensi. Qui, sotto un cielo denso di mistero, periodicamente si svolgono eventi culturali quali sagre, giornate di studio, incontri e feste locali di grande interesse. L’agriturismo Sei Carri coltiva con metodo biologico orzo, grano, avena, cereali e alleva cavalli murgesi e asini di Martina Franca.

 

 

 

 

 

 

 

andria-provincia.jpg

 

Per gli amanti delle passegiate alla
scoperta di borghi autentici

ANDRIA

grazioso dedalo di vicoletti e piazze ariose, tra le edicole votive, gli stemmi gentilizi, i mascheroni e le strettoie del quartiere Casalino, dove si trova la strada più stretta d’Europa. Tra i luoghi di culto più antichi, c’è la Chiesa di Sant’Agostino, culla dei Templari, e la Cattedrale di Santa Maria Assunta, di epoca normanna. Da non perdere l’itinerario gastronomico che conduce tra le eccellenze gastronomiche della città, dal Museo del Confetto alle trattorie dove non mancano le ottime burrate.

 

 

 

 

 

 

 

Concedetevi una sosta presso

L’azienda agricola
Terre di Traiano

Sorge lungo la via Appia Traiana al centro di una zona di grande valore ambientale, storico e culturale. Posta su una delle prime propaggini murgiane, la grande masseria domina i poderi aziendali e il paesaggio dell’Adriatico fino ai contrafforti dell’Appennino. Sui terreni calcarei si coltivano olivi della pregiata varietà “coratina”, dai quali si ricava un eccellente olio extravergine, vigneti di varietà autoctone, che producono generosi vini D.O.C. “Castel del Monte”, nonché frutta, ortaggi e prodotti tipici destinati agli ospiti. Terre di Traiano è luogo ideale per rivivere atmosfere ormai perdute e per apprezzare profumi e sapori altrimenti introvabili.

 

 

 

 

 

 

SCESCIOLA.jpg

Un paerse tutto da scoprire

MINERVINO MURGE

A 24 km da Andria, Minervino Murge è una cittadina panoramica che, dall’alto dei suoi 500 m sul livello del mare, regala una vista eccezionale sulla Valle dell’Ofanto, sul Parco Nazionale dell’Alta Murgia e sulla vicina Basilicata. Il cuore del centro antico è il Borgo Scesciola, affascinante labirinto di stradine aggrovigliate e archetti in tufo, dove si affacciano le antiche abitazioni dalla facciata bianca. In piazza Bovio, spicca il profilo rinascimentale della Cattedrale dell’Assunta, con il Palazzo Vescovile e il campanile, mentre, poco più in là, si susseguono le eleganti architetture dell’antico Monastero delle Clarisse, Palazzo Caputi, la Chiesa di San Francesco con la Confraternita del Purgatorio e il palazzo baronale o Castello. Ai piedi dell’abitato, scavata nella roccia dai fiumiciattoli della zona, è un importante luogo di culto da più di mille anni la Grotta di San Michele, con l’imponente ingresso neoclassico. Famoso e gustoso è il fungo cardoncello, simbolo gastronomico della città, celebrato nella tradizionale sagra di fine ottobre.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una masseria con tante sorprese

Masseria didattica Barbera

Minervino Murge (Bat)

Dimora storica nell’alta Murgia, che si estende per circa 50 ettari, condotti a vigneto, oliveto, seminativo, orto, frutteto e pascolo di proprietà della famiglia Barbera. I locali, attualmente adibiti a ristorazione e ricettività, nel secolo diciottesimo costituivano il nucleo centrale di una tipica masseria fortificata. La struttura presenta ancora oggi il classico camino grande, retaggio della vita contadina, pavimenti in chianca e muri bianchi. La cucina proposta è strettamente legata al territorio murgiano e pugliese, e si avvale di prodotti della stessa azienda.